You are currently browsing the daily archive for 27/04/2010.

Vidal Sassoon

Vidal Sassoon The Movie”, a documentary produced by Michael Gordon – founder of Bumble & Bumble hair brand and author of book “Hair Heroes” (Bumble & Bumble Press) -, directed by Craig Taper and presented during the latest edition of Tribeca Film Festival in New York, tells the life of Vidal Sassoon – from his childhood spent in an London orphanage to international success -, British legendary hairdresser, celebrated for his Bauhaus-inspired geometric cuts and wash-and-go philosophy.

VIDAL SASSOON, IL FILM CHE CELEBRA UNA LEGGENDA

Vidal Sassoon

Vidal Sassoon The Movie”, un documentario prodotto da Michael Gordon – fondatore del marchio di prodotti per la cura dei capelli e autore del libro “Hair Heroes” (Bumble & Bumble Press) -, diretto da Craig Taper e presentato in occasione dell’ultima edizione del Tribeca Film Festival a New York, racconta la vita di Vidal Sassoon – dalla sua infanzia trascorsa in un orfanotrofio londinese al successo internazionale -, leggendario coiffeur inglese, celebre per i suoi tagli geometrici ispirati al Bauhaus e la sua filosofia wash-and-go.

Vidal Sassoon

www.vidalsassoonthemovie.com

Jean Patou, Spring/Summer collection 1955

 

The age of elegance, the filatures and weavings by Costa in Como during the Fifties”, an exhibition – made by the Museo Studio del Tessuto-MuST of Antonio Ratti Foundation in collaboration with the Como State Archive and curated by Margherita Rosia and Francina Chiara – celebrating the texile designer Costa family which will be opened on 5th May 2010 at 6.30 pm in Como at the Villa del Grumello and held from May 6th to 27th June 2010. Here it will be showcased the clothes created by Dior, Fath, Sully Dumas, Jean Patou, Balenciaga e Galitzine, made of Costa fabrics, it will be presented for the first time to public a dress made by Tirelli Rome Haute Couture and also a dress of the Spring/Summer collection 1953 of Hubert De Givenchy – of whose just only two items are known, being at the Costume Institute of New York Metropolitan Museum and Paris Galliera Museum – and it will be told the whole producing cycle of fabric: the idea, creation of design, the print tests on paper and the finished fabric. A not to be missed happening to enjoy the splendor of an unforgettable chapter of Made in Italy history.

L’ETÀ DELL’ELEGANZA, LE FILANDE E TESSITURE COSTA NELLA COMO DEGLI ANNI CINQUANTA

Afternoon dress by Hubert De Givenchy Spring/Summer 1953 collection

L’età dell’eleganza, le filande e tessitura Costa nella como degli anni Cinquanta”, una mostra – realizzata con il Museo Studio del Tessuto-MuST della Fondazione Antonio Ratti in collaborazione con l’Archivio di Stato di Como e curata da Margherita Rosia e Francina Chiara – che celebra la famiglia di designer di tessuti Costa che sarà inaugurata il 5 maggio 2010 alle 18.30 a Como presso la Villa del Grumello e si terrà dal 6 maggio al 27 giugno 2010. Ivi saranno esposti gli abiti creati da Dior, Fath, Sully Dumas, Jean Patou, Balenciaga e Galitzine, realizzati con i tessuti Costa, sarà presentato per la prima volta al pubblico un abito della Sartoria di Roma Tirelli ed anche un abito della collezione primavera/estate del 1953 di Hubert De Givenchy – della quale si conoscono soltanto due esemplari che si trovano presso il Costume Institute del Metropolitan Museum di New York ed al Museo Galliera di Parigi – e sarà raccontato l’intero ciclo di produzione del tessuto: l’idea iniziale, la creazione del disegno, le prove di stampa su carta ed il prodotto finito. Un appuntamento imperdibile per godersi lo splendore di un indimenticabile capitolo di storia del Made in Italy.

Hubert de Givenchy

http://www.fondazioneratti.org

 

Fan Xiaoyan

“The arrival of a new era, a new kind of human being, a new power, a new sensation, a surrealistic virtual world in which men and women are equal”. Thus asserts Fan Xiaoyan, being twenty-seven years old, sculptor born in Gaona and based in Beijing – who exhibited in China as well as in London and Miami -, considering the works she made: a series of sculptures representing a woman-warrior, joining a female body and metallic parts, evoking strength and sweetness as well as a new idea of femininity, made of independence and consciousness.

UNA AVVENIRISTICA SUFFRAGETTA, LA SENSUALE TERMINATOR DI FAN XIAOYAN

Fn Xiaoyan

“L’arrivo di una nuova era, un nuovo tipo di individuo, un nuovo potere, una nuova sensazione, un surrealistico mondo virtuale in cui donne e uomini sono uguali”. Così afferma Fan Xiaoyan, ventisettenne, scultrice che è nata Gaona e vive a Pechino – che ha esposto sia in Cina sia a Londra e Miami -, prendendo in considerazione le opere che ha realizzato: una serie di sculture che rappresentano una donna-guerriero che unisce un corpo femminile e parti metalliche che evocano forza e dolcezza come anche una nuova idea se di femminilità, fatta di indipendenza e consapevolezza.

Fan Xiaoyan

www.olyviafineart.com