You are currently browsing the daily archive for 07/02/2011.

Gabriele Litta & Ludovico Milani

A smashing catwalk of talents, the young creatives, students of the Rome Costume and Fashion Academy who presented their final work – headed by the coordinator Liliana Tudini – at the latest edition of Alta Roma, featuring designs  that pay homage to sartorialism and participating at Talents 2011, the Rome Costume and Fashion Academy award, won by  the duo formed by Ludovico Milani and Gabriele Litta. The two young designers made a transformable collection under the sign of avant-garde suggestions, reminding me the music video “Go, do” by Jònsi. A beautiful interpretation of retro suggestions under the sign of a grotesque mood shines in the collection by Federica Croce, second classified. Amazing are the sophisticated volumes by Sara Schiavo, third classified as well as the collection by Giulia Mitaronda.

 

ALTA ROMA: IL PREMIO TALENTS 2011 DELL’ACCADEMIA DI COSTUME E MODA DI ROMA

Gabriele Litta & Ludovico Milani

Una formidabile sfilata di talenti, studenti dell’ Accademia di Costume e Moda di Roma Fashion Academy che hanno presentato il loro final work – guidati dalla coordinatrice Liliana Tudini – in occasione dell’ ultima edizione di Alta Roma di cui sono state protagonista creazioni che omaggiano la sartorialità ed hanno partecipato a Talents 2011, il concorso dell’Accademia di Costume e Moda di Roma, vinto dal duo formato da  Ludovico Milani e Gabriele Litta. I due giovani designer hanno realizzato una collezione trasformabile all’insegna di avveniristiche suggestioni che mi ricordano il video “Go, do” di Jònsi. Una brillante interpretazione di suggestioni retrò all’insegna di un mood grottesco splende nella collezione di Federica Croce, seconda classificata del concorso. Sorprendenti sono i sofisticati volumi di Sara Schiavo, third classificata come anche la collezione di collezione di Giulia Mitarotonda.

Federica Croce

Federica Croce

Sara Schiavo

Sara Schiavo

Federica Croce, Ludovico Milani, Gabriele Litta and Sara Schiavo

Giulia Mitarotonda

Giulia Mitarotonda

Giulia Mitarotonda

www.altaroma.it

www.accademiacostumeemoda.it

Me & Sylvio Giardina at Palazzo delle Scienze/Pigorini Museum

The latest edition of Alta Roma ended with a smashing event, curated by Emanuela Nobile Mino, “Crochet de Luneville, study in fugue style for eight embroiderers and sound sensors amplified, large handloom” by the bright designer and dear friend Sylvio Giardina along with Stato di Famiglia – artistic duo including him and Raffaele Granato – which was held in Rome at Palazzo Delle Scienze/Museum Pigorini. A suggestive performance I enjoyed along with my friend Myriam B. – who made the accessories I dressed emphasizing the magnificent dress made by Arnoldo Battois – under sign of art and craftsmanship, featuring eight embroiders who made a huge decoration and at the same time created a music composition, the fugue, produced by a system of amplifiers connected to the handloom by the sound designer Simone Pappalardo who live recorded that.

 

 

“CROCHET DE LUNÈVILLE, STUDIO IN FUGA PER OTTO RICAMATRICI E TELAIO AMPLIFICATO”, UNA PERFORMANCE DI SYLVIO GIARDINA & STATO DI FAMIGLIA

The performance by Sylvio Giardina & Stato di Famiglia

 

Crochet de Luneville, studio in fuga per otto ricamatrici e telaio amplificato in fugue style” del brillante designer e caro amico Sylvio Giardina con  Stato di Famiglia – duo artistico che include lui e Raffaele Granato -, è stato l’evento di chiusura di Alta Roma, curato da Emanuela Nobile Mino che si è tenuto a Roma presso il Palazzo Delle Scienze/Museo Pigorini. Una suggestiva performance che ho apprezzato unitamente alla mia amica  Myriam B. –  che ha realizzato gli accessori da me indossati, enfatizzando il magnifico abito di Arnoldo Battois  – all’insegna dell’ arte e  artigianalità  di cui sono state protagoniste otto ricamatrici che hanno realizzato un enorme decorazione e creato al tempo stesso una composizione musicale, la fuga, prodotta da un sistema di amplificatori collegati al telaio dal sound designer Simone Pappalardo che ha registrato dal vivo ciò.

An embroiderer featuring in the performance

Raffaele Granato, me and Sylvio Giardina

 

The handloom

Me and the curator Emanuela Nobile Mino

Emanuela Nobile Mino, Maria Silvia Venturini Fendi and Sylvio Giardina

Myriam B. and me coming back at the Hotel Antico Palazzo Rospigliosi

www.statodifamiglia.com

www.sylviogiardina.it

www.ashadedviewonfashion.com

www.altaroma.it

Leitmotiv Fall/Winter 2011-2012

Warm colors, structured volumes which are enriched by retro details such as the colliers and also zips that define the designs along with their smashing prints and accessories which is what made Leitmotiv famous. The brand is created by Fabio Sasso and Juan Caro. Featured here is Fall/Winter 2011-2012, which was presented at Alta Roma’s latest edition.

ALTA ROMA: LE CALDE, COLORATE SUGGESTIONI DI LEITMOTIV

Leitmotiv Fall/Winter 2011-2012

Colori caldi, volumi strutturati che sono arricchiti da dettagli retro quali le gorgere come anche le zip che definiscono le creazioni unitamente alle loro formidabili stampe e accessori che sono ciò che ha reso famoso Leitmotiv. Il brand é creato da Fabio Sasso e Juan Caro. Ivi protagonista è la collezione autunno/inverno 2011-2012 che è stata presentata all’ultima edizione di Alta Roma.

Leitmotiv Fall/Winter 2011-2012

Leitmotiv Fall/Winter 2011-2012

Leitmotiv Fall/Winter 2011-2012

Leitmotiv Fall/Winter 2011-2012

http://leit-motiv.tumblr.com

www.ashadedviewonfashion.com

www.altaroma.it

J Smith Esquire

The most superb event featuring in the latest edition of Alta Roma – successful evidence of a path I celebrate under the sign of art and fashion, made by promoting and showcasing emerging talents, but without forgetting the past, the way Made in Italy comes from, its rich history of traditions, art and beauty – has been the exhibition Limited/Unlimited, “Small objects of desire” which was held in Rome at the Library Casatanese. Here 42 talents – Italian and foreigners who participated at talent-scouting award Who Is On Next and not only as Albino, Betony Vernon, Bruno Laurenzano VilladorCorto Moltedo, Delfina Delettrez, Fabio Quaranta, Fabrizio Talia, Gentucca Bini, Gianni Serra, Ivano Atzori, J Smith Esquire, Max Kibardin, Marco de Vincenzo, Matteo Thiela,  Nicholas Kirkwood, Sergio Zambon, Silvio Betterelli and VBH – showcased in the rooms of a dark and symbolic place their creations along with the ones from Sixties to Eighties made by Italian couturiers as Pino Lancetti, included in the exhibition “Out of the time-Guardaroba da signora” – curated by the journalist Sofia Gnoli – most of whose has given by Italian aristocratic women as Marisela Federici and Marquise Flaminia Patrizi Naro Montoro. The exhibition will follow since July 2011 on the web, featuring in the website of multi-brand virtual boutique Yoox.com which supported the project as media partner, giving the chance to everyone of enjoying the vibrant, genuine yesterday and today creativity.

ALTA ROMA, LIMITED/UNLIMITED, UNA MAGNIFICA MOSTRA CHE CELEBRA LA MODA DI IERI E OGGI

 

(Es*) Artisanal by Fabrizio Talia

 

L’evento più superbo protagonista dell’ultima edizione di Alta Roma – felice dimostrazione di un percorso che celebro all’insegna di arte e moda, realizzato mediante la promozione e presentazione di talenti emergenti, senza però dimenticare il passato, il sentiero da cui proviene il Made in Italy, la sua ricca storia di tradizioni, arte e bellezza – é stata la mostra Limited/Unlimited, “Small objects of desire” che si è tenuta a Roma presso la Biblioteca Casatanese. Ivi 42 talenti – italiani e stranieri che hanno partecipato al concorso di talent-scouting award Who Is On Next e non soltanto quali Albino, Betony Vernon, Bruno Laurenzano Villador, Corto Moltedo, Delfina Delettrez, Fabio Quaranta, Fabrizio Talia, Gentucca Bini, Gianni Serra, Ivano Atzori, J Smith Esquire, Max Kibardin, Marco de VincenzoMatteo Thiela, Nicholas Kirkwood, Sergio Zambon, Silvio Betterelli e VBH – hanno esposto nelle stanze di un luogo buio e simbolico le loro creazioni unitamente a quelle realizzate dagli anni Sessanta agli Ottanta da couturier italiani quali Pino Lancetti, incluse nella mostra “Out of the time-Guardaroba da signora” – curata dalla giornalista Sofia Gnoli – la maggior parte delle quali sono state date da donne dell’aristocrazia italiana quali Marisela Federici e la Marchesa Flaminia Patrizi Naro Montoro. La mostra proseguirà sul web a partire dal luglio 2011, protagonista del sito web della boutique virtuale Yoox.com che ha supportato il progetto in qualità di media partner, offrendo la possibilità a tutti di apprezzare l’autentica, vibrante creatività di ieri e oggi.

Diane Pernet taking a picture of Gentucca Bini and her design

 

Gentucca Bini and her design

Albino

The sole-less shoes by Betony Vernon Fine Erotic Jewelry

 

Sergio Zambon

Me, Silvio Betterelli and his creation

Silvio Betterelli

Matteo Thiela

Matteo Thiela and his design

Marco de Vincenzo

Max Kibardin

Nicholas Kirkwood

Gianni Serra and his design

FQR by Fabio Quaranta

Pino Lancetti, 1972, collection of Marisela Federici

Bruce Hoeksema of VBH and the clutch he created

Pino Lancetti 1988-1989, collection of Marquise Flaminia Patrizi Naro Montoro

Bruno Laurenzano Villador

Ivano Atzori

Marina Ripa di Meana dressing a smashing antique hat

Delfina Delettrez

Ilaria Venturini Fendi and me

Corto Moltedo

www.altaroma.it