You are currently browsing the daily archive for 22/10/2012.

Gallo di ferro, oil on canvas by Salvatore Fiume

It will be held from 24th October to 23rd December 2012 in Milan at the Palazzo Pirelli Palace – where it is placed the office of Lombardia Region – the exhibition “The identities of Salvatore Fiume”, curated by Alan Jones, Elena Pontiggia, Laura and Luciano Fiume, promoted by Lombardia Region and Salvatore Fiume Foundation which will feature about 50 works created between the Forties and Nineties – drawings, paintings and sculptures – by the eclectic Salvatore Fiume who has been sculptor, visual artist, architect, set designer and poet. A not to be missed happening to enjoy an unforgettable artist.

“LE IDENTITÀ DI SALVATORE FIUME” PRESSO IL PALAZZO PIRELLI DI MILANO

Salvatore Fiume, Deanna Ferretti Veroni and the portrait of her on canvas he made

Si terrà dal 24ottobre al 23 dicembre 2012 a Milano presso il Palazzo Pirelli – in cui sono ubicati gli uffici della Regione Lombardia – la mostra “Le identità di Salvatore Fiume”, curata da Alan Jones, Elena Pontiggia, Laura e Luciano Fiume, promossa dalla Regione Lombardia e la Fondazione Salvatore Fiume di cui saranno protagoniste circa 50 opere create tra gli anni Quaranta e gli anni Novanta – disegni, dipinti e sculture – dell’ eclettico scultore, artista, architetto, scenografo e poeta Salvatore Fiume. Un evento imperdibile per apprezzare un indimenticabile artista.

www.regionelombardia.it

Aurora Borealis collection by Vernissage project

Aurora Borealis”, the new collection by Vernissage project, jewelry brand created by Ilenia Corti and Matteo Mena, features the dreamy-like suggestions celebrating the nature and its hosts, embodied in little, precious silver  and gold masterpieces – decorated with enamels and gems -, successfully joining a bright craftsmanship to poetic visions.

LE PREZIOSE SUGGESTIONI ONIRICHE ALL’ INSEGNA DELLA NATURA DI VERNISSAGE PROJECT

Aurora Borealis collection by Ilenia Corti

Aurora Borealis”, la nuova collezione di Vernissage project, brand di gioielli creato da Ilenia Corti e Matteo Mena di cui sono protagoniste suggestioni oniriche che celebrano la natura ed I suoi ospiti, racchiuse in piccoli, preziosi capolavori d’ oro e argento – decorati con smalti e pietre preziose – che felicemente uniscono una brillante artigianalità a visioni poetiche.

www.vernissageproject.com

Carmelo Bene, photo by Claudio Abate from “Il Rosa e il nero”, 1966

Fierceness, viscerality, genius, storm and stress, Carmelo Bene has been all that and much more. Legendary playwright – inventor of degenerate theatre which revolutionized the actorial machine under the sign of obscene, thought as to be outside the scene, the absence and porn or to be beyond desire – eternal and unforgettable actor and author will be celebrated with “Benedette foto! Carmelo Bene visto da Claudio Abate”, exhibition which will be held from 4th December 2012 to 3rd February 2013 in Rome at the Palazzo delle Esposizioni where it will be showcased 120 photographs made between 1963 and 1973 by Claudio Abate, memories of masterpieces as “Nostra signora dei Turchi”, “Pinocchio” and many other ones. Beyond his interest in the excess, his thoughts about language, its incommunicableness – successful evocation in prose of poem “Don’t ask us for the word” by Eugenio Montale: “don’t ask us for the word to frame our shapeless spirit on all sides…this, today, is all that we can tell you, what we are not, what we do not want” -, the information or rather disinformation and his word to wise “for quitting to produce masterpieces, but being masterpieces” – decay of idea of the art which as he asserted “should be incommunicable and thus cross itself” -, I like reminding some of his quotations, concerning policy that are extremely contemporary, considering the circumstances that poisoned and poison today Italy: “we are ruled and governed by a mass of ignorant, imbecile people, anti-aesthetic people who say they have an ethic to resell, who are almost taught, it stays only to present oneself as candidate for doing nothing, they pass by elector to elected and that is the end of boot, of little Italy, of little Europe, of little world”.

 

UN OMAGGIO A CARMELO BENE: “BENEDETTE FOTO! CARMELO BENE VISTO DA CLAUDIO ABATE” AL PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI DI ROMA

Carmelo Bene in “Pinocchio”, photo by Claudio Abate, 1966

Ferocia, visceralità, genio, tempesta e impeto, Carmelo Bene è stato tutto ciò e molto altro. Leggendario drammaturgo – inventore del teatro de-genere che ha rivoluzionato la macchina attoriale all’ insegna dell’ osceno, inteso nel fuori scena, l’ assenza ed il porno ovvero l’ aldilà del desiderio – attore e scrittore eterno e indimenticabile sarà celebrato da “Benedette foto! Carmelo Bene visto da Claudio Abate”, mostra che si terrà dal 4 dicembre 2012 al 3 febbraio 2013 a Roma presso il Palazzo delle Esposizioni in cui saranno esposte 120 fotografie realizzate tra il 1963 e 1973 da Claudio Abate, memorie di capolavori quali “Nostra signora dei Turchi”, “Pinocchio” e molti altri. Oltre al suo interesse per l’ eccesso, le sue considerazioni sul linguaggio, la sua incomunicabilità – felice evocazione in prosa della poesia “Non chiederci la parola” di Eugenio Montale: “non chiederci la parola che squadri da ogni lato l’ animo nostro informe…codesto solo oggi possiamo dirti, ciò che non siamo, ciò che non vogliamo” -, l’ informazione o meglio la disinformazione ed il suo monito a “smettere di produrre capolavori, ma essere capolavori” – disfacimento del concetto dell’ arte che come costui affermava “deve essere incomunicabile e perciò superare sé stessa” – mi piace ricordare alcune sue affermazioni, inerenti la politica, estremamente contemporanee, considerando le vicende che hanno avvelenato e avvelenano l’ Italia oggi: “siamo retti e governati da una massa di ignoranti, imbecilli, persone antiestetiche, che dicono di avere un’etica da rivendere, appena alfabetizzati, non rimane che candidarsi per non fare nulla, passano da elettore ad eletto e questa è la fine dello stivale, dell’Italietta, dell’Europina, del mondicino”.

www.palazzoesposizioni.it