Angelos Bratis and Silvia Venturini Fendi, photo by Giorgio Miserendino

Angelos Bratis and Silvia Venturini Fendi, photo by Giorgio Miserendino

Kindness, refinement, humility, hard-work and honesty are the main features of Angelos Bratis as individual and creative, the Greek fashion designer,  who won some years ago the talent-scouting award WION, featured in a smashing event, included in the calendar of Altaroma latest edition, which was held in Rome, at Palazzo Firenze, suggestive building which hosts the Dante Alighieri cultural institution enchanting place where it was showcased the new creations he made. A successful event to enjoy a bright creative with whom I talked about, exploring the creative alchemies featuring in his work, embodied in the following interview.

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

What is your idea of lightness, plasticity and femininity and how this ideas does meet themselves, dialogue and join in your work?

“I like thinking about my clothes seeming like they are suspended on an air thread around the body wearing them. It’ s the body giving shape and volume to the dress and it’ s never the contrary. I adore the complex couture effects evoking simplicity seeming like they are created without any effort. Being natural. I think women’s world and thoughts are plastic shapes continuing to transform themselves. My fashion could not be different”.

Angelos Bratis

Angelos Bratis

To which extent the kalokagathia, the beauty and goddness – ethical and aesthetic paradigm evoking the Greek classicism and your roots – is part of you as individual and is part of your aesthetic research?

“Talking about professional aesthetics, I think my path has been until now the one which had a student, putting in what he made a lot of patience and humility. I was born and raised in a little tailor shop and I learned to appreciate every step of creation made to get the rise of an item. I really wish the fashion I make evokes the sincerity”.

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

The ballet as discipline and  its queen, Pina Bausch – solemn plasticity in motion – evokes the idea of movement you made concrete, work under the sign of sartorialism ( or rather of the sense of cloth, construction and body) and a contemporary timeless elegance, do you agree with that and if you don’t agree with that, what would be the creative alchemies featuring in your work?

“You could not explain that such perfectly. The absolute respect of every cloth, its features, weight, fluidity and limits are the main features of every item. Furthermore sensuality and the body movement are an infinite source of inspiration for me. Instead of considering the alchemies ( which are based on certain recipes) I prefer working by instinct and to be wondered by new solutions there are behind every collection that my hands created”.

L’ IDEA DI LEGGEREZZA DI ANGELOS BRATIS PROTAGONISTA DI ALTAROMA

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

Gentilezza, raffinatezza, umiltà, operosità e onestà sono i tratti principali di Angelos Bratis quale individuo e creativo, il fashion designer Greco, vincitore anni fa del concorso di talent-scouting WION, è stato protagonista di un formidabile evento, incluso nel calendario dell’ ultima edizione di Altaroma che si è tenuto a Roma, presso Palazzo Firenze, suggestivo edificio che ospita l’ istituzione culturale Dante Alighieri, luogo incantevole in cui sono state esposte le sue nuove creazioni. Un felice evento per apprezzare un brillante creativo con il quale ho parlato, esplorando le alchimie creative protagoniste del suo lavoro, racchiuse nell’ intervista che segue.

Angelos Bratis

Angelos Bratis

Qual’ è la tua idea di leggerezza, plasticità e femminilità e in che modo queste idee si incontrano, dialogano e si fondono nella tua opera?

“Mi piace pensare i miei abiti come se forse sospesi da un filo di aria intorno il corpo che gli indossa. È il corpo che dà forma e volume all’ abito e mai il contrario. Adoro gli effetti couture complessi che evocano semplicità come se fossero creati senza nessuno forzo. Naturali. Per me il mondo e i pensieri delle donne sono plastiche e in continua trasformazione e evocazione. La mia moda non poteva essere diversa”.

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

In che misura la kalokagathia, il bello e buono – paradigma etico ed estetico che evoca la classicità greca e le tue radici – fa parte della tua individualità e della tua ricerca estetica?

“Parlando di etica professionale penso che il mio percorso finora sia stato quello di un studente con tanta pazienza e umiltà. Sono nato e cresciuto dentro una piccola sartoria e ho imparato di apprezzare ogni passo compiuto nella creazione per arrivare a un capo finito. Spero che la mia moda trasmetta sincerità”.

Angelos Bratis

Angelos Bratis

La danza quale disciplina e una sua regina, Pina Bausch – solenne plasticità in motion – evoca l’ idea di movimento da te concretizzata, opera all’ insegna della sartorialità(ovvero senso del tessuto, della costruzione e del corpo) e di una contemporanea eleganza senza tempo, sei d’ accordo anche tu e se così non fosse quali sarebbero le alchimie creative su cui si basa il tuo lavoro?

“Non potevi spiegarlo meglio. L’ assoluto rispetto per ogni tessuto, le sue caratteristiche, peso, fluidità e limiti sono alla base di ogni capo. Poi la sensualità e il movimento del corpo umano sono una infinita fonte di inspirazione per me. Più che alchimie (che si basano su certe ricette) preferisco lavorare con istinto ed essere sorpreso tante volte dalle nuove soluzioni create con le mie stese mani che sono dietro le mie collezioni”.

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

Angelos Bratis, photo by Giorgio Miserendino

Angelos Bratis

Angelos Bratis

The shining journalist Michela Zio

The shining journalist Michela Zio

Angelos Bratis and Silvia Venturini Fendi

Angelos Bratis and Silvia Venturini Fendi

Angelos Bratis and me

Angelos Bratis and me

www.angelosbratis.it

www.altaroma.it