You are currently browsing the category archive for the ‘sharings’ category.

mlf iuav

There is an event July 3rd in Treviso that had been organized by Iuav University of Venice featuring the fashion culture and emerging creatives, the Newcomers 2013, their work will be displayed in the shop windows of many Treviso boutiques. Book launches, exhibitions and talks will also feature in the event as well as the book launch of “11 idee per l’ Italia”, translation ”11 ideas for Italy” (Marsilio editions) that will take place on 3rd July, at 7:00 pm, in the Treviso Loggia dei Cavalieri. Cristiano Seganfreddo will moderate a panel of experts such as Maria Luisa Frisa, Giusi Ferrè, Lapo Cianchi and Federico Sarica. Following the panel discussion there will be another talk about the official launch of Modesign/Fashion at Iuav, taking place at 9 pm and moderated by Giusi Ferrè.

11

Thursday 4th July at the Treviso Iuav University the exhibition “Close-up, sguardi sull’ attività del Corso in Design della Moda”, curated by Maria Bonifacic displaying the students work, “Fashion ephemera by Antonio Marras documenti per gli studi di moda”, display by Mario Lupano showcasing fashion documents, “Strike a pose”, a shooting event. It will follow “Refuso tessile. Archivio, riciclo e procedure progettuali” an exhibition, curated by Maria Cristina Cerulli and Martina Bernardi which will be opened at the Treviso Archivio di Stato at 5:00 pm and will run through 12th July. Later Giusi Ferrè will moderate the first talk “La felicità del made in Italy, conversazioni sulla moda, l’ industria e il territorio”, featuring Brunello Cucinelli which will be held at the Treviso Loggia dei Cavalieri at 6:00 pm and the event will follow with “Ritorno al futuro e second skin”, exhibition of the works by Iuav students that have financed by brands Lotto and Stonefly. The day will be ended by the second talk at 9:00 pm, featuring the Coin Group CEO Stefano Beraldo.

Giusi Ferrè

Giusi Ferrè

The smashing event will close on 5th July with a talk, “Per una fotografia italiana di moda” which will be held at Treviso TRA cultural association, the opening of exhibition “Linen yearn: il lino nel lavoro di due scuole di moda: London Central Saint Martins and Iuav University of Veniceat the Treviso Musei Civici which will runs through 13th July, the graduation show and a smashing after party. A not to be missed happening evidencing a laudable work by a public institution, focused in creating solid results to increase, support and share the fashion culture and emerging creativity.

MODESIGN/FASHION AT IUAV 2013, TRE GIORNI ALL’ INSEGNA DELLA CULTURA DELLA MODA E DELLA CREATIVITÀ EMERGENTE

Maria Luisa  Frisa

Maria Luisa Frisa

Il 3 luglio c’è un evento a Treviso che è stato organizzato dall’ Università di Venezia Iuav di cui sono protagonisti la cultura della moda e la creatività emergente, i the Newcomers 2013, il loro lavoro sarà esposto nelle vetrine di molte boutiques di Treviso. Presentazioni di libri, mostre e talks saranno anche protagonisti dell’ evento come anche la presentazione del libro “11 idee per l’ Italia”(Marsilio editore) che avrà luogo il 3 luglio, alle ore 19:00 pm, presso la Loggia dei Cavalieri di Treviso. Cristiano Seganfreddo modererà un gruppo di esperti tra cui Maria Luisa Frisa, Giusi Ferrè, Lapo Cianchi e Federico Sarica. A seguire della discussione del gruppo ci sarà un’ altro talk sul lancio ufficiale di Modesign/Fashion at Iuav 2013 che avrà luogo alle ore 21:00 e sarà moderato da Giusi Ferrè.

LINENyarn

Giovedì 4 luglio presso la sede di Treviso dell’ Università Iuav ci sarà la mostra “Close-up, sguardi sull’ attività del Corso in Design della Moda”, curata da Maria Bonifacic che esporra il lavoro degli studenti, “Fashion ephemera by Antonio Marras documenti per gli studi di moda”, display by Mario Lupano che espone documenti di moda, “Strike a pose”, un evento di shooting. Seguirà “Refuso tessile. Archivio, riciclo e procedure progettuali” una mostra, curata da Maria Cristina Cerulli e Martina Bernardi che sarà inaugurata presso l’ Archivio di Stato di Treviso alle ore 17:00 e proseguirà fino al 12luglio. Dopo Giusi Ferrè modererà il primo talk “La felicità del made in Italy, conversazioni sulla moda, l’ industria e il territorio” con Brunello Cucinelli che si terrà alla Loggia dei Cavalieri di Treviso alle ore 18:00 e l’ evento proseguirà con “Ritorno al futuro e second skin”, mostra delle orpere degli studenti della Iuav che sono stati finanziati da brands quali Lotto e Stonefly. La giornata sarà conclusa dal secondo talk alle ore 21:00 , con il CEO del Gruppo Coin Stefano Beraldo.

Il formidabile evento si chiuder il 5 luglio con un talk, “Per una fotografia italiana di moda” che si terrà presso l’ associazione culturale TRA di Treviso, l’inaugurazione della mostra “Linen yearn: il lino nel lavoro di due scuole di moda: London Central Saint Martins e della Università Iuav di Venezia presso i Musei Civici di Venezia che proseguirà fino al 13 luglio, il graduation show e un formidabile after party. Un evento imperdibile che dimostra un lodevole lavoro di una istituzione pubblica, dedita a creare solidi risultati per accrescere, sostenere e condividere la cultura della moda e la creatività emergente.

www.iuav.it

www.ashadeviewonfashion.com

flou

 

 

June 28th 2013Flou, six photographers for six independent magazines”, exhibition curated by Saul Marcadent running through 13th July 2013, which will show the works by Nicol Vizioli from Drome, Giorgio Cacace from Hunter, Bea De Giacomo from Kaleidoscope, Julia Frommel from Nero, Alan Chies from Pizza and Marco Pietracupa from Studio, in Treviso at the cultural association TRA (Treviso Ricerca Arte).

Nicol Vizioli

Nicol Vizioli

The exhibition is organized by the Fashion Design and Multimedia Arts Faculty of IUAV University of Venice for Modesign/Fashion at Iuav 2013 and includes the launch of a publication, limited edition of 500 copies, in tabloid format and a talk which will be held on 5th July 2013 at TRA (during the closing day of Modesign/Fashion at Iuav 2013) and will feature Maria Luisa Frisa, Gabriele Monti, Anja Aronowsky Cronberg and Saul Marcadent. A not to be missed happening to enjoy bright creatives and the laudable work of a public institution to develop, spread and share the fashion culture.

MODA & FOTOGRAFIA:” FLOU, SEI FOTOGRAFI PER SEI MAGAZINES INDEPENDENTI” ALLA TRA DI TREVISO

Nicol Vizioli

Nicol Vizioli

Il 28 giugno 2013 si terràFlou, sei fotografi per sei magazines indipendenti”, mostra curata da Saul Marcadent che proseguirà fino al 13 luglio 2013, esporrà le opere di Nicol Vizioli di Drome, Giorgio Cacace di Hunter, Bea De Giacomo di Kaleidoscope, Julia Frommel di Nero, Alan Chies di Pizza e Marco Pietracupa di Studio, a Treviso presso l’ associazione culturale TRA(Treviso Ricerca Arte).

Alan Chies

Alan Chies

La mostra è organizzata dalla Facoltà di Fashion Design e Arti Multimediali della Università IUAV di Venezia per Modesign/Fashion at Iuav 2013 e include la presentazione di una pubblicazione, edizione limitata di 500 copie, in formato tabloid e un talk che si terrà il 5 luglio 2013 presso la TRA (in occasione della giornata di chiusura di Modesign/Fashion at Iuav 2013) e avrà quali protagonisti Maria Luisa Frisa, Gabriele Monti, Anja Aronowsky Cronberg e Saul Marcadent. Un evento imperdibile per apprezzare brillanti creative e il lodevole lavoro di una pubblica istituzione per consolidare, spargere e condividere la cultura della moda.

Alan Chies

Alan Chies

 

Bea De Giacomo

Bea De Giacomo

 

 

Bea De Giacomo

Bea De Giacomo

 

Giorgio Calace

Giorgio Calace

 

Giorgio Calace

Giorgio Calace

 

 

Julia Frommel

Julia Frommel

 

 

Julia Frommel

Julia Frommel

 

 

Marco Pietracupa

Marco Pietracupa

 

Marco Pietracupa

Marco Pietracupa

 

 

www.iuav.it

www.ashadedviewonfashion.com

biennal ila

Ilaria Venturini Fendi, darling friend, bright creative, illuminated entrepreneur and sustainability activist will be in the exhibition “White shot” during the 55th edition of Venice Biennal, by the traveling New York art gallery The Pool NYC, which will present the works by interior designers and artists such as Tadao Ando, Alison Blickle, Gaia Carboni, Eteri Chkadua, Patrick Jacobs, Robert Lazzarini, Austin Lee, Jonathan Rider, Andrea Salvatori, Bianca Sforni, Fabio Viale and opens on 28th June 2013 at the Giardino Ca’ Civran Badoer Barozzi.

Ilaria Venturini Fendi

Ilaria Venturini Fendi

The exhibition also will be held at the Campiello Giustinian and runs through 30th June 2013, showcasing the catchy and fun furniture, unique pieces Ilaria made under the sign of re-use, paradigm she made concrete at best in her work as fashion designer of brand Carmina Campus. A not to be missed happening to enjoy vibrant art suggestions.

“WIDE SHOT” AL GIARDINO CA’ CIVRAN BADOER BAROZZI & CAMPIELLO GIUSTINIAN CON LA CREATIVITÀ DI ILARIA VENTURINI FENDI

Ilaria Venturini Fendi

Ilaria Venturini Fendi

Ilaria Venturini Fendi, cara amica, brillante creativa, imprenditrice illuminata e attivista della sostenibilità sarà protagonista della mostra “White shot” in occasione della 55ma edizione della Biennale di Venezia, con la galleria d’ arte itinerante di New York The Pool NYC che presenterà will present le opere di interior designers e artisti quali Tadao Ando, Alison Blickle, Gaia Carboni, Eteri Chkadua, Patrick Jacobs, Robert Lazzarini, Austin Lee, Jonathan Rider, Andrea Salvatori, Bianca Sforni, Fabio Viale e inaugurerà il 28 giugno 2013 presso il Giardino Ca’ Civran Badoer Barozzi.

Ilaria Venturini Fendi

Ilaria Venturini Fendi

La mostra si terrà anche presso il Campiello Giustinian e proseguirà fino al 30 giugno 2013, esponendo gli accattivanti e divertenti componenti di arredo, pezzi unici realizzati da Ilaria all’ insegna del riuso, paradigma da lei concretizzato al meglio nel suo lavoro di fashion designer del brand Carmina Campus. Un evento imperdibile per apprezzare vibrant suggestioni.

www.carminacampus.com

www.ashadedviewonfashion.com

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois, renowned brand of accessories established by Silvano Arnoldo and Massimiliano Battois, recently opened its second flagship store in Venice ( which is the native city of creatives as well as a source of their inspiration), in Campo San Maurizio, will showcase their bags and a catchy capsule collection of womenswear and accessories. The leitmotiv of brand is lightness and movement.

LA COLLEZIONE CAPSULE DI ARNOLDO BATTOIS CHE CELEBRA L’ APERTURA DEL LORO SECONDO FLAGSHIP STORE A VENEZIA 

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois, rinomato brand di accessori fondato da Silvano Arnoldo e Massimiliano Battois, ha recentemente aperto il secondo flagship store a Venezia (che è la città natia dei creative come anche una fonte della loro ispirazione), a Campo San Maurizio, esporrà le loro borse e una accattivante collezione capsule di abbigliamento da donna e accessori. Il leitmotiv del brand è la leggerezza e il movimento.

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

Arnoldo Battois

www.arnoldobattois.com

www.ashadedviewonfashion.com 

Floracult

Floracult

 

Floracult shines a light on nature with a focus on sustainability and its culture with the book launch of “La mia vita a impatto zero” (My zero impact life) by Paola Maugeri. Paola Maugeri is known as VJ for Videomusic and MTV, a bright and warm-hearted individual who talked about her experiences, which she writes in her book: to have a zero impact lifestyle.

Paola Maugeri

Paola Maugeri

Though – as she asserted – it is not possible to have a zero impact lifestyle, a word she used to depict a lifestyle which is more conscious, respectful for the nature and its seasonal cycles. Her experiment consisted of living without electric energy, having water warmed by solar panels, reducing the use of computers and mobile phones to three hours a day and  eating the seasonal food (Paola is also vegan) as well as using candles instead of electric lights. She ate at 5:30 pm and slept at 6:30 pm.

f 4 4

This experience brought her new consciousnesses as well as a new time, a time she didn’t think of having, time to walk with her son, time to talk with herself, a time to think and read a book. She never had this as she, like most individuals in our times, focused on efficiency. She spoke about the difference between what is important and urgent, two simple words that reveal the (true or false) priorities that concern the behavior of a human being. The result of this experience has been a re-defining of her priorities. This change enriched her and she had the desire to share it with everyone because she sees living as sharing.

Ducks...

Ducks…

...and roosters at Floracult

…and roosters at Floracult

Sustainability but also a hilarious interlude I shared with my darling friend of mine, the little big Emma Santamaria, sweet, beautiful and bright daughter of Delfina Delettrez and Claudio Santamaria, with pampers, phenomenology of tongue which licks the ice-cream, tales, as the tale of the book launch of “Rosa Sublime”.

I told her about my hilarious tale (focused on my sunshade I couldn’t use as I thought) for ten consecutive times. A practice which made me smile as it reminded of me when I asked my mother for telling me a tale for ten consecutive times and if her voice was not enough clear I told her of drinking the water and continuing(like a little dictator).

f 4 8

The lavender one of my favorite flowers

The value of sustainability was also made concrete by “Victory garden”, the hydroponics laboratory of Studio Mobile of Antonio Girardi and Cristiana Favretto, bright architects and dear friends, who are focused on the creation of hydroponics systems in order to avoid the waste of water. They proved that the hydroponics technique used for a vegetable garden saves over the 70% of water.

 Cristiana Favretto and Antonio Girardi along with the hydroponics installation they made


Cristiana Favretto and Antonio Girardi along with the hydroponics installation they made

f 4 15

Last but not least, walking with Silvia Venturini Fendi I also discovered a wide selection of linen made out of vintage textiles from the 30’s the linen came from both Italy and Eastern Europe which evoked the scent, freshness and softness of a cloth which is rare to find today.

 FLORACULT (3): LA VITA A IMPATTO ZERO DI PAOLA MAUGERI, IL LABORATORIO DI IDROPONICA DI STUDIO MOBILE & ALTRE MERAVIGLIE

Paola Maugeri

Paola Maugeri, photo by Giorgio Miserendino

Floracult getta luce sulla natura, soffermandosi sulla sostenibilità e la sua cultura con la presentazione del libro di Paola MaugeriLa mia vita a impatto zero” (My zero impact life). Paola Maugeri è nota quale VJ di Videomusic e MTV, una brillante e calorosa individualità che ha parlato delle sue esperienze che scrive nel suo libro: avere uno stile di vita a impatto zero.

f 4 10

Orchids at Floracult

Pur non essendo possibile – come é stato da lei affermato – avere uno stile di vita a impatto zero, una parola da lei usata per dipingere uno stile di vita che è più consapevole, rispettoso della natura e dei suoi cicli stagionali. Il suo esperimento consisteva nel vivere senza energia elettrica, avendo l’ acqua riscaldata dai pannelli solari, riducendo l’ uso di computer e cellulari a tre ore al giorno e mangiando il cibo di stagione (Paola è anche vegana) come anche usare le candele al posto dell’ energia elettrica. Costei mangiava alle ore 17:30 e andava a dormire alle ore 18:30.

f 4 11

Questa esperienza è stata per lei foriera di nuove consapevolezze come anche di un nuovo tempo, un tempo che non pensava di avere, tempo per passeggiare con suo figlio, tempo per pensare e leggere un libro. Non ha mai avuto ciò poiché, come la maggior parte degli individui della nostra epoca, si soffermava sull’ efficienza. Ha parlato della differenza tra ciò che è importante e urgente, due semplici parole che rivelano le priorità ( vere o false) che riguardano il comportamento di un essere umano. Il risultato di questa esperienza è stata una ridefinizione delle sue priorità. Questo cambiamento la arricchita ed ha avuto il desiderio di condividere con tutti ciò poichè vede la vita come condivisione.

f 4 12

Sostenibilità ma anche un ilare intermezzo che ho condiviso con una carissima amica mia, la piccola grande Emma Santamaria, dolce, bella e brillante figlia di Delfina Delettrez e Claudio Santamaria, con coccole, fenomenologia della lingua che lecca il gelato, racconti come il racconto della presentazione del libro pampers “Rosa Sublime”.

The textiles by Ai Canapai

The textiles by Ai Canapai

Le ho raccontato la mia ilare storia (incentrata sul mio parasole che non ho potuto usare diversamente da come pensavo) per dieci volte consecutive. Una pratica che mi ha fatto sorridere poichè mi ricordava quando chiedevo a mia madre di raccontarmi una storia per dieci volte consecutive e se la sua voce non era abbastanza chiara le dicevo di bere l’ acqua e continuare (come un piccolo dittatore).

Ilaria Venturini Fendi and me, photo by Giorgio Miserendino

Ilaria Venturini Fendi and me, photo by Giorgio Miserendino

Il valore della sostenibilità è stato anche concretizzato da “Victory garden”, il laboratorio di idroponica di Studio Mobile di Antonio Girardi e Cristiana Favretto, brillanti architetti e cari amici che sono dediti alla creazione di sistemi idroponici al fice di evitare lo spreco di acqua. Hanno dimostrato che la tecnica idroponica usata per un orto risparmia oltre il 70% di acqua.

Humberto Campana

Humberto Campana

Ultimo ma non meno importante, passeggiando con Silvia Venturini Fendi ho anche scoperto una ampia selezione di lino, fatto di tessuti vintage degli Anni ’30, il lino proveniva sia dall’ Italia sia dall’ Est Europa che evocava il profumo, la freschezza e morbidezza di un tessuto che è raro da trovare oggi.

f 4 16

Silvia Venturini Fendi

Silvia Venturini Fendi

A rose which makes me think about Joey Arias

A rose which makes me think about Joey Arias

www.floracult.com

www.carminacampus.com

www.ashadedviewonfashion.com

f 3 1

 

 

Nature, its culture, art, design and fashion that celebrate old tradition, craftsmanship and sustainability have been the main features at Floracult, the event created by the pioneer fashion designer – of Carmina Campus, brand of ethical fashion which promotes the culture of re-use – which was held in the Rome countryside at La Storta, I Casali del Pino, staged by Studio Dottor, architects studio of Pietro Dottor.

One of the features has been the Scuola per reinventori (School for re-inventors), in its second edition, curated by Clara Tosi Pamphili and Alessio De Navasques which hosted a factory of hand-embroidery and installation that showcased the sketches by Vincenzo Montini along with the vintage clothes by Elisabeth the first

The school for re-inventors

The school for re-inventors

 

The embroiderers at work

The embroiderers at work

 

The embroidery

The embroidery

f 3 5

 

Vincenzo Montini along with the sketches he made that were on show at the School for re-inventors

Vincenzo Montini along with the sketches he made that were on show at the School for re-inventors

It was also on show a bright idea, the digital vegetable garden, which joined the multimedia and the vegetable world, giving the chance to know immediately and easily about a grass by clicking on the picture of a grass.

The digital garden...and...

The digital garden…and…

 

...how it works

…how it works

I also was pleasantly amazed by the exhibition of photographs made by the visual and performer artist Emiliano Maggi which told about the tradition of boar-hunting under the sign of grotesque suggestions.

f 3 14

 

 

Emiliano Maggi

Emiliano Maggi

 

Emiliano Maggi

Emiliano Maggi

 

Craftsmanship, art and jewelry as the creations by Delfina Delettrez, little creatures made of silver, gold and enamel.

Delfina Delettrez

Delfina Delettrez

 

Suggestions concerning interior design by Costanza Algranti, we spoke and she told me how she found everything in the roof oxidized that became an intrinsic part of the furniture she created. The shades depict the silhouette of a woman and other lyrical suggestions that make these creations something beyond interior design and closer to an artwork.

f 3 21

 

 

Costanza Algranti

Costanza Algranti

 

FLORACULT (2): NATURA, ARTE, DESIGN E MODA PER CELEBRARE ARTIGIANALITÀ & SOSTENIBILITÀ

The school for re-inventors

The school for re-inventors

 

Natura, la sua cultura, arte, design e moda che celebrano l’ antica tradizione, l’ artigianalità e la sostenibilità sono stati i principali protagonisti di Floracult, l’ evento creato dalla pionieristica fashion designer – di Carmina Campus, brand of moda ethical che promuove la cultura del riuso – che si è tenuto nella campagna di Roma, a La Storta, I Casali del Pino, allestiti da Studio Dottor, lo studio di architetti di Pietro Dottor.

Uno dei protagonisti è stata la Scuola per reinventori, curata da Clara Tosi Pamphili e Alessio De Navasques che ha ospitato nella sua seconda edizione un laboratorio di ricamo a mano e una installazione che ha esposto i disegni di Vincenzo Montini unitamente agli abiti di Elisabeth the first.

 

The school for re-inventors featuring the sketches by Vincenzo Montini

The school for re-inventors featuring the sketches by Vincenzo Montini

 

The school for re-inventors featuring the sketches by Vincenzo Montini

The school for re-inventors featuring the sketches by Vincenzo Montini

 

È stata anche in mostra una brillante idea, l’ orto digitale che ha unito la multimedialità e il mondo vegetale, offrendo la possibilità di conoscere immediatamente e facilmente una pianta cliccando sull’ immagine di una pianta.

 

The School for re-inventors featuring the sketches by Vincenzo Montini

The School for re-inventors featuring the sketches by Vincenzo Montini

 

Sono stata anche piacevolmente stupita dalla mostra di fotografia realizzate dall’ artista e performer Emiliano Maggi che raccontava la tradizione della caccia al cinghiale all’ insegna di grottesche suggestioni.

 

Emiliano Maggi

Emiliano Maggi

 

 

Emiliano Maggi and his mother

Emiliano Maggi and his mother

 

Artigianalità, arte e gioielli come le creazioni di Delfina Delettrez, piccole creature realizzate in argento, oro e smalto.

Delfina Delettrez and me

Delfina Delettrez and me

 

Le suggestioni inerenti l’ interior design di Costanza Algranti, con cui ho parlato e mi ha detto come abbia trovato tutto nei tetti ossidati che sono diventati una parte intrinseca dei componenti d’ arredo da lei create. Le sfumature ritraggono la silhouette di una donna e altre suggestioni liriche che rendono queste creazioni qualcosa che va al di là dell’ interior design ed è più vicino a un’ opera d’ arte.

 

Costanza Algranti

Costanza Algranti

 

 

Costanza Algranti

Costanza Algranti

 

 

www.floracult.com

www.carminacampus.com

www.ashadedviewonfashion.com

Floracult at I Casali del Pino

Floracult at I Casali del Pino

The fourth edition of Floracult, the event created by the illuminated fashion designer of Carmina Campus and activist Ilaria Venturini Fendi featured many scents, colors, flavors and events all celebrating nature and was held in the Rome countryside, at La Storta, I Casali del Pino.

The armadillo featuring in the house of animals at Floracult

The armadillo featuring in the house of animals at Floracult

f 2 3

Another little host at Floracult

Another little host at Floracult

One of this marvelous happenings concerns my meeting with Stefano Mancuso, expert of vegetal neurology, director of LINV ( International Laboratory of Vegetal Neurology) who featured in the book launch of “Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale (Bright green. Sensibility and intelligence of vegetal world)” he wrote.

This event surprise me every year with new discoveries, successful meetings around a slow conscious and sustainable lifestyle.

The no-profit association Oxfam Italia featuring in Floracult

The no-profit association Oxfam Italia featuring in Floracult

Oxfam Italia

Oxfam Italia

f 2 6

One of this marvelous happenings concerns my meeting with Stefano Mancuso, expert of vegetal neurology, director of LINV ( International Laboratory of Vegetal Neurology) who featured in the book launch of “Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale (Bright green. Sensibility and intelligence of vegetal world)” he wrote.

Stefano Mancuso during the book launch of “Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale(Bright green. Sensibility and intelligence of vegetal world)”

Stefano Mancuso during the book launch of “Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale(Bright green. Sensibility and intelligence of vegetal world)”

f 2 9

I was amazed by the cross pollination from one grass to another, a practice which generates addiction of the insect. Another weird discovery concerned the relationship between a tree and the ants that are hosted and nourished by that tree, its body contains ingredients that create addiction and make the ants more aggressive. In fact the ants fight against every (little or big) creature to protect the tree.

f 2 10

I talked hilariously to Stefano about the vegetal creatures that play a role of mistress and pushers. The sensitivity evidenced in the vegetal world like the mimosa pudica (“pudica” stands as “prudish”), a kind of mimosa which reacts to the touch of a hand.

The prudish mimosa

The prudish mimosa

Stefano modestly encourages the knowledge and its sharing I consider this to be one of the beautiful gifts that came out of Floracult.

f 2 11

Rosa Sublime” book launch celebrates the family tradition of Vittorio Barni, the production and creation of new types of roses like the Mariangela Melato rose, a white rose that had been presented to the sister of the iconic Italian actress who passed away recently. Emma Bonino, the Minister of Foreign Affairs of Italian Government, the actress Isabella Ferrari and the director Lina Wertmuller all spoke about Mariangela Melato and her sense of freedom which the white rose in her honor evokes.

Lina Wertmuller and Carla Fendi

Lina Wertmuller and Carla Fendi

f 2 19

The Mariangela Melato rose

The Mariangela Melato rose

Vittorio Barni and the curator of Floracult Antonella Fornai during the launch of Floracult

Vittorio Barni and the curator of Floracult Antonella Fornai during the launch of Floracult

Vittorio Barni, Antonella Fornai and Isabella Ferrari

Vittorio Barni, Antonella Fornai and Isabella Ferrari

Emma Bonino and Ilaria Venturini Fendi

Emma Bonino and Ilaria Venturini Fendi

Carla Fendi and Lina Wertmuller

Carla Fendi and Lina Wertmuller

One day under the sign of nature I was pleased to share with Myriam B., bright fashion designer and dear friend of mine along with other friends.

FLORACULT (1): TRE GIORNI ALL’ INSEGNA DELLA NATURA & SOSTENIBILITÀ

f 2 14

La quarta edizione di Floracult, l’ evento creato dalla illuminata fashion designer di Carmina Campus e attivista Ilaria Venturini Fendi ha avuto quali protagonisti molti profumi, colori, sapori ed eventi che celebrano tutti la natura e si è tenuto nella campagna di Roma, presso La Storta, a I Casali del Pino.

f 2 15

Questo evento mi sorprende ogni anno con nuove scoperte, felici incontri all’ insegna di uno stile di vita slow, consapevole e sostenibile.

f 2 16

Uno di questi meravigliosi happenings riguarda il mio incontro con Stefano Mancuso, esperto di neurologia vegetale, direttore del LINV (Laboratorio Internazionale di Neurologia Vegetale) che è stato protagonista della presentazione del libro da lui scritto “Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale”.

Anna Fendi

Anna Fendi

Mi ha stupito l’ impollinazione da una pianta all’ altra, una pratica che genera la dipendenza dell’ insetto. Un’ altra bizzarra scoperta riguardava la relazione tra un albero e le formiche che sono ospitate e nutrite da quell’ albero, il suo corpo contiene ingredienti che generano dipendenza e rendono le formiche più aggressive. Infatti le formiche combattono contro ogni ( piccola o grande) creatura per proteggere l’ albero.

Myriam B. and the Barni roses

Myriam B. and the Barni roses

Ho parlato con ilarità a Stefano delle creature vegetali che interpretano un ruolo di mistress e pushers, della sensibilità dimostrata nel mondo vegetale come dalla mimosa pudica, un tipo di mimosa che reagisce al tocco di una mano.

Carnation, a flower which is the root of my family name

Carnation, a flower which is the root of my family name

Stefano incoraggia con modestia la conoscenza e la sua condivisione che considero essere uno dei bei regali provenienti da Floracult.

La presentazione del libro “Rosa Sublime” celebra la tradizione di famiglia di Vittorio Barni, la produzione e creazione di nuovi tipi di rose come la rosa Mariangela Melato, una rosa bianca che è stata presentata alla sorella dell’ iconica attrice italiana che è recentemente venuta a mancare. Emma Bonino, il Ministro degli Esteri del Governo italiano, l’ attrice Isabella Ferrari e la regista Lina Wertmuller hanno tutte parlato di Mariangela Melato ed il suo senso per la libertà che la rosa bianca in suo onore evoca.

Me at Floracult

Me at Floracult

Un giorno all’ insegna della natura che sono stata lieta di condividere con Myriam B., brillante fashion designer e cara amica mia unitamente ad altri miei amici.

www.floracult.com

www.carminacampus.com

www.ashadedviewonfashion.com

I Casali Del Pino

I Casali Del Pino

 

The new edition of Floracult, an event which celebrates nature, its culture and sustainability was created by the illuminated fashion designer of ethical fashion brand Carmina Campus Ilaria Venturini Fendi, will open the 26th April in the Rome countryside, La Storta, at I Casali Del Pino.

I Casali del Pino

I Casali del Pino

 

There will be talks, conferences, participation of factories, installations (under the heading of hydroponics systems that save water as the one made by Studio Mobile of Antonio Girardi and Cristiana Favretto) all will promote the culture of re-use. This topic is the main feature of Floracult, the book launch of “Sublime rosa”, which tells the story about the mysteries and the history of roses, connected to a family which produces and creates roses, that are dedicated to celebrated contemporary personas like the Barni rose dedicated to the iconic actress who recently passed away Mariangela Melato.

Floracult

Floracult

 

The first day of Floracult will feature Stefano Mancuso, director of LINV (International Laboratory of Vegetal Neurology) who will present the book “Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale” (Bright green. Sensitiveness and intelligence of vegetal world), a journey through the world of green.

A little host of Floracult

A little host of Floracult

That is just the first day of a three days event crowded with colors, flowers, scents and hosts of nature along with fashion suggestions coming from Carmina Campus, the brand established by Ilaria under the sign of re-use as it shines in its latest collaboration with B-Ticino, company producing lines of design using decorations on the Gardner bags by Carmina Campus. Another successful initiative to promote the culture of re-use.

FLORACULT, LA CULTURA DELLA SOSTENIBILITÀ E LE ALTRE MERAVIGLIE DI ILARIA VENTURINI FENDI

Carmina Campus

Carmina Campus

 

La nuova edizione d iFloracult, un evento che celebra la natura, la sua cultura e la sostenibilità é stato creato dalla illuminata fashion designer del brand di moda ethical  Carmina Campus Ilaria Venturini Fendi, sarà inaugurato il  26 aprile nella campagna di Roma, La Storta, presso I Casali Del Pino.

Carmina Campus

Carmina Campus

 

Ci saranno talks, conferenze, partecipazione di laboratori, installazioni (che riguardano i sistemi idroponici per risparmiare l’ acqua come quello realizzato da Studio Mobile di Antonio Girardi e Cristiana Favretto) tutti promuoveranno la cultura del riuso. Questo tema è il principale  protagonista di Floracult, la presentazione del libro “Sublime rosa” che narra i misteri e la storia delle rose, legata a una famiglia che produce e crea rose che sono dedicate a celebri personaggi contemporanei quali la rosa Barni dedicata all’ iconica attrice che recentemente è venuta a mancare Mariangela Melato.

Carmina Campus

Carmina Campus

Il primo giorno di Floracult avrà quali protagonisti Stefano Mancuso, direttore del LINV (Laboratorio Internazionale di Neurologia Vegetale) che presenterà il libro “Verde brillante. Sensibilità e intelligenza del mondo vegetale”, un viaggio attraverso il mondo del verde.

Carmina Campus

Carmina Campus

 

Ilaria Venturini Fendi

Ilaria Venturini Fendi

 

www.floracult.com

www.carminacampus.com

www.ashadedviewonfashion.com

Rankin

Rankin

Fashion, emerging talents and contemporary times features in the ideas, words and works by Rankin, celebrated British fashion photographer, co-founder of magazine Dazed & Confused, who generously told me about his vision, embodied in the two projects he simultaneously developed, Hunger, biannual magazine which will be launched on 12th April 2013 in Italy and the virtual platform Hunger TV. A successful chance to know more of and enjoy a brilliant mind and vibrant creative.

 

 

How did Hunger Tv arise and what was the creative thinking behind it and the name?

Hunger

Hunger

“We launched Hunger TV simultaneously with the magazine, to me this was just as important because we live in a digital era, you can’t escape it, it creates a whole host of opportunities like never before.

Hunger refers to my desire to seek new things and to keep creating and collaborating with like-minded people. I didn’t want this to be an online version of the magazine – although it does compliment it – Hunger TV is in an entirely different court of its own. It allows for a more immediate connection with our readers. That to me is integral”.

Music, emerging talents, art and creativity are the alchemies of biannual magazine you created, can you tell us more about that?

Hunger

Hunger

“Fortunately I’m in a position where I don’t have to compromise and can feature things that I find most interesting. I watch TV and I love the internet, it’s such a powerful source for information. I can spend hours trailing webpage to webpage discovering new and old things, on YouTube watching some talented kid gig out their front room.

Tomorrow, the next generation of talent, that’s what excites me. Also, my team are young, eager to create stuff, (opinionated too), they actually remind me of my younger self at times. It’s their diversity of interests that make up the backbone of the magazine”.

What are the forthcoming projects connected to Hunger Tv?

Hunger

Hunger

“We’ve just launched Issue 4 of the magazine (it’s published twice a year) so you can expect a lot of projects that add a new layer to the features from the issue – fashion films with actresses and models, music videos, in-depth interviews and behind the scenes looks from shoots that we can extend to our readers. We are focusing on a lot of music at the moment, we’ve become somewhat famous for our Dirty Videos – the most recent is with Iggy Azalea .

We’ll be continuing to create these with both big and emerging talents across all genres, this is something that really excites us! Outside of this we’ll be providing weekly interviews with fashion talents, both new and old, and creating interesting projects that fuse fashion and art – look out for series two of our ‘Very Successful Guide to Fashion’ ”.

MODA, TALENTI EMERGENTI & CONTEMPORANEITÀ: HUNGER & HUNGER TV, RACCONTATI DA RANKIN

Hunger

Hunger

Moda, talenti emergenti e contemporaneità sono i protagonisti delle idee, parole e opere di Rankin, celebre fotografo di moda inglese, co-fondatore del magazine Dazed & Confused, che mi ha generosamente parlato della sua visione, racchiusa nei due progetti da lui simultaneamente consolidati, Hunger, magazine semestrale che sarà lanciato il 12 aprile 2013 in Italia e la piattaforma virtuale Hunger TV. Una felice occasione per conoscere meglio e apprezzare una brillante mente e un vibrante creativo.

Come è nato Hunger Tv e qual’ è stato il pensiero creativo dietro il suo nome?

Hunger

Hunger

“Abbiamo lanciato Hunger TV simultaneamente al magazine, questo è stato estremamente importante per me, poiché viviamo in un era digitare e non si può prescindere da ciò, si crea un ventaglio di opportunità che non c’erano mai state prima.

Hunger riguarda il mio desiderio di cercare nuove cose e continuare a creare e collaborare con persone di idee simili. Non voglio che questa sia una versione online del magazine – sebbene sia da salutare con plauso – Hunger TV è una campo di per sé totalmente diverso. Esso consente una connessione più immediata con i nostri lettori. Ciò è fondamentale per me”.

Musica, talenti emergenti, arte e creatività sono le alchimie del magazine semestrale d ate creato, puoi parlarci più approfonditamente di ciò?

Hunger

Hunger

“Fortunatamente mi trovo in una posizione in cui non devo fare compromessi e posso presentare cose che reputo molto interessanti. Guardo la televisione e amo internet, è una così grande fonte di informazioni. Posso passare ore a cercare di pagina in pagina web, scoprendo cose nuove e vecchie, guardando su YouTube le esibizioni di alcuni talentuosi ragazzi fuori dal loro salotto.

Il domani, la nuova generazione di talento, é ciò che mi entusiasma. Anche il mio team è composto di gente giovane, entusiasta di creare cose, (anche supponente), oggi mi ricordano mi ricordano me stesso nei tempi della gioventù. È la loro diversità di interessi che costituisce la colonna vertebrale del magazine”.

Quali sono i prossimi progetti legati a Hunger Tv?

Hunger

Hunger

“Abbiamo appena lanciato l’ edizione 4 del magazine (è pubblicato due volte l’anno) così si possono aspettare una serie di progetti che aggiungono una nuova dimensione dei contenuti dell’ edizione – fashion film con attrici e modelle, video musicali, dettagliate interviste e i look dietro le quinte dei servizi fotografici che rendiamo dispoonibili ai nostri lettori. Ci stiamo concentrando su tanta musica al momento, siamo divenuti alquanto famosi per i nostri Dirty Videos – il più recente è quello con Iggy Azalea”.

“Continueremo a creare queste corse con talenti sia famosi sia emergenti di tutti i generi, ne siamo oltremodo! Al di fuori di ciò pubblicheremo interviste settimanali con talenti della moda, sia nuovi sia vecchi, e creeremo interessanti progetti che fondono moda e arte- badando alla serie numero due ‘Very Successful Guide to Fashion’ ”.

www.hungertv.com

www.ashadedviewonfashion.com

Betony Vernon, celebrated erotic jewelry designer, author of “The boudoir bible: the uninhibited sex guide for today”  (Rizzoli International, $ 20,84), recently released her book featuring illustrations by François Berthoud, here she tells HungerTV, the biannual magazine Hunger’s virtual platform which was created by Rankin, about her vision of sex, as another form of communication that she has explored and celebrated.

BETONY VERNON E IL SUO MODO DI PARLARE PER HUNGERTV

betony-vernon

Betony Vernon, celebre designer di gioielli erotici, autrice di “The boudoir bible: the uninhibited sex guide for today” (Rizzoli International, $ 20,84), ha recentemente pubblicato il suo libro con le illustrazioni di François Berthoud, ivi racconta a HungerTV, la piattaforma virtuale del magazine semestrale Hunger che è stato creato da Rankin, della sua visione del sesso, quale altra forma di comunicazione da lei esplorata e celebrata.

www.hungertv.com

www.betonyvernon.com

www.ashadedviewonfashion.com