You are currently browsing the tag archive for the ‘Studio Mobile’ tag.

Floracult

Floracult

 

Floracult shines a light on nature with a focus on sustainability and its culture with the book launch of “La mia vita a impatto zero” (My zero impact life) by Paola Maugeri. Paola Maugeri is known as VJ for Videomusic and MTV, a bright and warm-hearted individual who talked about her experiences, which she writes in her book: to have a zero impact lifestyle.

Paola Maugeri

Paola Maugeri

Though – as she asserted – it is not possible to have a zero impact lifestyle, a word she used to depict a lifestyle which is more conscious, respectful for the nature and its seasonal cycles. Her experiment consisted of living without electric energy, having water warmed by solar panels, reducing the use of computers and mobile phones to three hours a day and  eating the seasonal food (Paola is also vegan) as well as using candles instead of electric lights. She ate at 5:30 pm and slept at 6:30 pm.

f 4 4

This experience brought her new consciousnesses as well as a new time, a time she didn’t think of having, time to walk with her son, time to talk with herself, a time to think and read a book. She never had this as she, like most individuals in our times, focused on efficiency. She spoke about the difference between what is important and urgent, two simple words that reveal the (true or false) priorities that concern the behavior of a human being. The result of this experience has been a re-defining of her priorities. This change enriched her and she had the desire to share it with everyone because she sees living as sharing.

Ducks...

Ducks…

...and roosters at Floracult

…and roosters at Floracult

Sustainability but also a hilarious interlude I shared with my darling friend of mine, the little big Emma Santamaria, sweet, beautiful and bright daughter of Delfina Delettrez and Claudio Santamaria, with pampers, phenomenology of tongue which licks the ice-cream, tales, as the tale of the book launch of “Rosa Sublime”.

I told her about my hilarious tale (focused on my sunshade I couldn’t use as I thought) for ten consecutive times. A practice which made me smile as it reminded of me when I asked my mother for telling me a tale for ten consecutive times and if her voice was not enough clear I told her of drinking the water and continuing(like a little dictator).

f 4 8

The lavender one of my favorite flowers

The value of sustainability was also made concrete by “Victory garden”, the hydroponics laboratory of Studio Mobile of Antonio Girardi and Cristiana Favretto, bright architects and dear friends, who are focused on the creation of hydroponics systems in order to avoid the waste of water. They proved that the hydroponics technique used for a vegetable garden saves over the 70% of water.

 Cristiana Favretto and Antonio Girardi along with the hydroponics installation they made


Cristiana Favretto and Antonio Girardi along with the hydroponics installation they made

f 4 15

Last but not least, walking with Silvia Venturini Fendi I also discovered a wide selection of linen made out of vintage textiles from the 30’s the linen came from both Italy and Eastern Europe which evoked the scent, freshness and softness of a cloth which is rare to find today.

 FLORACULT (3): LA VITA A IMPATTO ZERO DI PAOLA MAUGERI, IL LABORATORIO DI IDROPONICA DI STUDIO MOBILE & ALTRE MERAVIGLIE

Paola Maugeri

Paola Maugeri, photo by Giorgio Miserendino

Floracult getta luce sulla natura, soffermandosi sulla sostenibilità e la sua cultura con la presentazione del libro di Paola MaugeriLa mia vita a impatto zero” (My zero impact life). Paola Maugeri è nota quale VJ di Videomusic e MTV, una brillante e calorosa individualità che ha parlato delle sue esperienze che scrive nel suo libro: avere uno stile di vita a impatto zero.

f 4 10

Orchids at Floracult

Pur non essendo possibile – come é stato da lei affermato – avere uno stile di vita a impatto zero, una parola da lei usata per dipingere uno stile di vita che è più consapevole, rispettoso della natura e dei suoi cicli stagionali. Il suo esperimento consisteva nel vivere senza energia elettrica, avendo l’ acqua riscaldata dai pannelli solari, riducendo l’ uso di computer e cellulari a tre ore al giorno e mangiando il cibo di stagione (Paola è anche vegana) come anche usare le candele al posto dell’ energia elettrica. Costei mangiava alle ore 17:30 e andava a dormire alle ore 18:30.

f 4 11

Questa esperienza è stata per lei foriera di nuove consapevolezze come anche di un nuovo tempo, un tempo che non pensava di avere, tempo per passeggiare con suo figlio, tempo per pensare e leggere un libro. Non ha mai avuto ciò poiché, come la maggior parte degli individui della nostra epoca, si soffermava sull’ efficienza. Ha parlato della differenza tra ciò che è importante e urgente, due semplici parole che rivelano le priorità ( vere o false) che riguardano il comportamento di un essere umano. Il risultato di questa esperienza è stata una ridefinizione delle sue priorità. Questo cambiamento la arricchita ed ha avuto il desiderio di condividere con tutti ciò poichè vede la vita come condivisione.

f 4 12

Sostenibilità ma anche un ilare intermezzo che ho condiviso con una carissima amica mia, la piccola grande Emma Santamaria, dolce, bella e brillante figlia di Delfina Delettrez e Claudio Santamaria, con coccole, fenomenologia della lingua che lecca il gelato, racconti come il racconto della presentazione del libro pampers “Rosa Sublime”.

The textiles by Ai Canapai

The textiles by Ai Canapai

Le ho raccontato la mia ilare storia (incentrata sul mio parasole che non ho potuto usare diversamente da come pensavo) per dieci volte consecutive. Una pratica che mi ha fatto sorridere poichè mi ricordava quando chiedevo a mia madre di raccontarmi una storia per dieci volte consecutive e se la sua voce non era abbastanza chiara le dicevo di bere l’ acqua e continuare (come un piccolo dittatore).

Ilaria Venturini Fendi and me, photo by Giorgio Miserendino

Ilaria Venturini Fendi and me, photo by Giorgio Miserendino

Il valore della sostenibilità è stato anche concretizzato da “Victory garden”, il laboratorio di idroponica di Studio Mobile di Antonio Girardi e Cristiana Favretto, brillanti architetti e cari amici che sono dediti alla creazione di sistemi idroponici al fice di evitare lo spreco di acqua. Hanno dimostrato che la tecnica idroponica usata per un orto risparmia oltre il 70% di acqua.

Humberto Campana

Humberto Campana

Ultimo ma non meno importante, passeggiando con Silvia Venturini Fendi ho anche scoperto una ampia selezione di lino, fatto di tessuti vintage degli Anni ’30, il lino proveniva sia dall’ Italia sia dall’ Est Europa che evocava il profumo, la freschezza e morbidezza di un tessuto che è raro da trovare oggi.

f 4 16

Silvia Venturini Fendi

Silvia Venturini Fendi

A rose which makes me think about Joey Arias

A rose which makes me think about Joey Arias

www.floracult.com

www.carminacampus.com

www.ashadedviewonfashion.com

It will be held from 29th August to 25th November 2012 in Venice at Palazzo Bembo, placed in the suggestive area of Rialto, “Traces of centuries and future steps”, the collateral event of the 13th Venice Biennal of architecture edition, featuring 57 architects as well as the Chinese artist Ying Tianqi along with the bright work by Studiomobile, the studio of architects founded by Antonio Girardi and Cristiana Favretto, who successfully made concrete the ethic of sustainability in the realm of architecture. A not to be missed happening to enjoy architecture, design and vibrant ideas.

“TRACES OF CENTURIES & FUTURE STEPS”, L’ EVENTO COLLATERALE DELLA BIENNALE DI ARCHITETTURA DI VENEZIA CON STUDIOMOBILE 

Cristiana Favretto and the Rewatering installation made by Studio Mobile

Si terrà dal 29agosto al 25novembre 2012 a Venezia presso il Palazzo Bembo, ubicato nella suggestive area di Rialto, “Traces of centuries and future steps”, l’ evento collaterale della 13a edizione della Biennale di architettura di Venezia, di cui saranno protagonisti 57 architetti come anche l’ artista cinese Ying Tianqi unitamente alla brillante opera di Studiomobile, lo studio di architetti formato da Antonio Girardi e Cristiana Favretto che hanno felicemente concretizzato l’ etica della sostenibilità nell’ ambito dell’ architettura. Un evento imperdibile per apprezzare l’ architettura, il design e vibranti idee.

A joyful moment in Venice, drowning the peonies in the alcohol, featuring Antonio Girardi, Cristiana Favretto, me and Massimiliano Battois

www.palazzobembo.org

Floracult

It has recently held at I Casali del Pino – enchanting place in the Rome countryside – the third edition of Floracult, event ideated by the pioneer designer – creator of ethical fashion brand Carmina Campus – and darling friend Ilaria Venturini Fendi celebrating the nature and its culture. Here it featured marvelous exhibitions of flowers, animals as well as the catchy bags, accessories and furnishing by Carmina Campus. The event also included smashing initiatives as the vibrant show by Le Voci nel deserto – where the ideas asserted yesterday by legendary personas as Einstein and many other ones fully depict the contemporary status quo -, “Re-watering” the installation by Studio Mobile – architects duo formed by Cristiana Favretto and Antonio Girardi – making concrete the idea of recycle water, producing a sound(evoking the minimalism by John Cage), the re-inventors school directed by Clara Tosi Pamphili, featuring in its closing session Luigi Serafini, author of book “Storie Naturali” (Rizzoli, 300 Euros), illustrating the tales by Jules Renard – of whose smashing drawings he made depict the nature, its hosts and making me think about another suggestive book for the children of every age “Sick monsters” by Emmanuelle Houdart (Il Castoro Editions 25,00 Euros) – and a series of talks I appreciated as the one featuring Marco Baudino and Paolo Sambo who evidenced  how it could be give rise to a sustainable circuit and producing energy or rather biogas by the use of bio vases Biopot made of rice chaff, totally recyclable, considering also the experience of a biogas central working in Switzerland at St. Moritz( precious contribution to start discussing and developing a policy under the sign of sustainability, hopefully eliminating the issue of dumps, trouble involving today the area of Riano Romano, place where the Lazio Region would want to build a dump). A laudable event, successful chance to enjoy the nature, rediscover and love that.

I COLORI, PROFUMI & LA CULTURA DELLA NATURA DA FLORACULT DI ILARIA VENTURINI FENDI

 

Si è recentemente tenuto presso I Casali del Pino – incantevole luogo della campagna romana – la terza edizione di Floracult, evento ideato dalla pionieristica designer – creatrice del brand di moda ethical Carmina Campus – e cara amica Ilaria Venturini Fendi che celebra la natura e la sua cultura. Ivi sono state protagoniste meravigliose esposizioni di fiori, animali come anche delle accattivanti borse, accessori e componenti di arredo di Carmina Campus. L’ evento ha anche incluso formidabili iniziative quali il vibrante spettacolo di Le Voci nel deserto – in cui le idee affermate ieri da leggendari personaggi quali Einstein dipingono lo status quo contemporaneo -, “Re-watering”, l’ installazione di Studio Mobile – duo di architetti formato da Cristiana Favretto e Antonio Girardi – che concretizza l’ idea del riciclo dell’acqua, produce un suono (evocando il minimalismo di John Cage), la scuola per i reinventori diretta da Clara Tosi Pamphili, di cui é stato protagonista nella sua sessione conclusiva Luigi Serafini, autore del libro “Storie Naturali” (Rizzoli, 300 Euro) che illustra i racconti di Jules Renard – le cui formidabili illustrazioni da lui realizzate ritraggono la natura, i suoi ospiti e mi ricordano un altro suggestivo libro per i bambini di tutte le età “Mostri ammalati” di Emmanuelle Houdart (Il Castoro Edizioni 25,00 Euro) – ed una serie di talk che ho apprezzato quale uno di cui sono stati protagonisti Marco Baudino e Paolo Sambo che hanno dimostrato come si potrebbe dar vita a un circuito sostenibile e produrre energia o meglio biogas mediante l’ uso dei bio vasi Biopot, fatti di lolla di riso, materiale totalmente riciclabile, prendendo in considerazione anche l’ esperienza di una centrale di biogas in funzione in Svizzera a St. Moritz(prezioso contributo per iniziare a discutere e consolidare una politica all’ insegna della sostenibilità, eliminando sperabilmente la questione delle discariche, problematica che coinvolge oggi l’ area di Riano Romano, luogo in cui la Regione Lazio vorrebbe costruire una discarica). Un evento lodevole, felice occasione per apprezzare la natura, riscoprirla e amarla.

Ilaria Venturini Fendi and her daughter Anna

Lavender, one of my favourite flowers

 

Lavender from Assisi

Neò design

Bacsac

Dedè maison

Bacsac

Carmina Campus

Carmina Campus

Carmina Campus

Carmina Campus

Carmina Campus

Carmina Campus

Carmina Campus

Carmina Campus

A moment of show by Le voci nel deserto

Re-watering by Studio Mobile

Re-watering by Studio Mobile

A chick walking

The re-inventors school

Silvia Venturini Fendi

Scarves by Sud

Marco Baudino

Storie Naturali by Luigi Serafini

Luigi Serafini showing me the book he made "Storie Naturali"

Sick monsters” by Emmanuelle Houdart

She-devil having the angst, sketch included in Sick monsters” by Emmanuelle Houdart

Anna Fendi. the rose bringing her name and Antonella Fornai, the curator of Floracult

Leonetta Luciano Fendi and - her niece - Emma Santamaria

N at Floracult

www.floracult.com

Ilaria Venturini Fendi and me during the past edition of Floracult

The birthday of my darling friend Ilaria Venturini Fendi, pioneer designer, creator of ethical fashion brand Carmina Campus, successful chance to send her my warmest happy birthday wishes as well as to talk of the third edition of Floracult, event celebrating the nature and its culture she created which will be held from 27th to 29th April 2012 in the Rome countryside at the suggestive area of I Casali del Pino, featuring talks with experts – as Paolo Pejrone, Giuppi Pietromarchi, Mario Margheriti, Alberto Abruzzese, Valentina Tanni, Massimo Pezzella, Livio de Santoli, Domenico Straface, Elvira Imbellone, Federico Fazzuoli, Fabio Brescacin, Carlo Mascioli, Marco Baudino, Paolo Sambo, Isabella Dalla Ragione, Antonio Dal Monte, Renato Pavia Serena Dandini and the nice architect Pietro Dottor -, courses, guided tours, meeting as the national meeting of succulent plantas, exhibitions of artists as Maria Grazia Pontorno – who made “Axis”, a site specific video installation for the event, featuring an cork oak placed close to an Etrurian arch, silent witnesses of past -, “Re-watering”, the hydroponic installation made by Studio Mobile, the room of amphibians and reptiles curated by Animalmovie of Alessandro Rosati and the performance under the sign of sustainability by the Voci nel Deserto in order to increase the consciousness and respect for environment, the issues connected to that and a lifestyle being closer to the nature. A laudable initiative, not to be missed happening to rediscover and enjoy the nature.

BUON COMPLEANNO A ILARIA VENTURINI FENDI!

A rose at Floracult

Il compleanno della mia cara amica Ilaria Venturini Fendi, pionieristica designer, creatrice del brand di moda Carmina Campus, felice occasione per farle i miei affettuosi auguri di buon compleanno come anche per parlare della terza edizione di Floracult, evento che celebra la natura e la sua cultura da lei creato che si terrà dal 27 al 29 aprile 2012 nella campagna romana presso la suggestiva area de I Casali del Pino, di cui saranno protagonisti talks con experti – quali Paolo Pejrone, Giuppi Pietromarchi, Mario Margheriti, Alberto Abruzzese, Valentina Tanni, Massimo Pezzella, Livio de Santoli, Domenico Straface, Elvira Imbellone, Federico Fazzuoli, Fabio Brescacin, Carlo Mascioli, Marco Baudino, Paolo Sambo, Isabella Dalla Ragione, Antonio Dal Monte, Renato PaviaSerena Dandini ed il simpatico architetto Pietro Dottor -, corsi, visite guidate, convegni quali il congresso nazionale delle piante grasse, mostre di artisti quali Maria Grazia Pontorno – che ha realizzato “Axis”, una video installazione site specific per l’ evento di cui è protagonista una quercia da sughero, ubicata vicino a un arco etrusco, silente testimone del passato -, “Re-watering”, la installazione idroponica realizzata da Studio Mobile, la stanza degli anfibi e dei rettili curata da Animalmovie di Alessandro Rosati e la performance all’ insegna della sostenibilità di Voci nel Deserto al fine di accrescere la consapevolezza e il rispetto per l’ ambiente, le problematiche ad esso collegate ed uno stile di vita più vicino alla natura. Una lodevole iniziativa, evento imperdibile per riscoprire e apprezzare la natura.

flowers at Floracult

Fleur-de-lis at Floracult

Floracult

Floracult

Carmina Campus

http://vimeo.com/21353184

www.floracult.com