You are currently browsing the tag archive for the ‘Venice Film Festival’ tag.

Rirkrit Tiravanija

The work by the bright Thai artist and filmmaker Rirkrit Tiravanija will feature in the exhibition “Untitled 2012 (a study for Karl’s perfect day) or the incomparable Karl Holmqvist)” – event coinciding with the opening of latest edition of Venice Film Festival where it will be premiered the movie he made bringing the same name -, curated by Maurizio Bortolotti and coordinated by Alessandro Possati which will be opened on 27th August 2012, 7 pm in Venice at the Zuecca Project Space, exhibition centre by the Bauer Group of Francesca Bortolotto Possati, placed in Giudecca 33 and will run from 28th August to 5th October 2012. Here it will be world-premiered the new project by Rirkrit Tiravanija paying homage to the poet and performer artist Karl Holmquist of whose work makes concrete the idea – which seduced the Thai artist – of reaction to a place, situation, giving rise to books, lamps and objects he made.  A not to be missed happening to enjoy a vibrant eclectic artist.

RIKRIT TRAVANIJA ED IL SUO OMAGGIO A KARL HOLMQVIST AL ZUECCA PROJECT SPACE DI VENEZIA

L’ opera del brillante artista e regista thailandese Rirkrit Tiravanija sarà protagonista della mostra “Untitled 2012 (a study for Karl’s perfect day) or the incomparable Karl Holmqvist)” – evento che coinciderà con l’ apertura dell’ ultima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Venezia in cui verrà presentato in anteprima il film da lui realizzato che porta lo stesso nome – curata da Maurizio Bortolotti e coordinata da Alessandro Possati che sarà inaugurata il 27 agosto 2012 alle ore 19:00 a Venezia presso il Zuecca Project Space, centro espositivo del Gruppo Bauer Group di Francesca Bortolotto Possati, ubicato a Giudecca 33 e proseguirà dal 28 agosto al 5 ottobre 2012. Ivi sarà presentato in anteprima mondiale il nuovo progetto di Rirkrit Tiravanija che rende omaggio al poeta e performer Karl Holmquist la cui opera concretizza l’ idea – che ha sedotto l’ artista tailandese – di reazione a un luogo, una situazione, dando vita a libri, lampade e oggetti da lui realizzati. Un evento imperdibile per apprezzare un vibrante, eclettico artista.

www.zueccagallery.com  

 

Inni”, the film by Vincent Morrisset, presented during the latest edition of Venice International Film Festival, documentary featuring the live concert by Sigur Rós which will be screened on 9th November 2011 in Turin at the Film Museum, placed at the Mole, is also a double album(XL recordings), representing the return of celebrated band Sigur Rós – though it lacks any members as the Amiinawhich will be released on 7th November 2011. A fetish to have for all the ones who are devoted to the sounds of Icelandic band.

“INNI”, IL RITORNO DEI SIGUR RÓS

 

Inni”, la pellicola di Vincent Morrisset, presentata in occasione dell’ultima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Venezia, documentario di cui è protagonista il concerto live dei Sigur Rós che sarà proiettato il 9 novembre 2011 a Torino presso il Museo del Cinema, è anche un doppio album(XL recordings) che rappresenta il ritorno della celebre band Sigur Rós – benchè priva di alcuni membri quali le Amiina – che sarà pubblicato il 7novembre 2011. Un feticcio da avere per tutti coloro che sono devoti alle sonorità della band islandese.

www.sigur-ros.co.uk

Amos Poe

I’m pleased of announcing the premiere of “La Commedia”, the latest movie of the smashing New York filmmaker Amos Poe will be premiered in Venice on 3rd September 2010 during the latest edition of Venice Film Festival. The screening will be held at midnight in Sala Grande. The filmmaker – a bright, warm-hearted individual and a wonderful friend – talked with me about his latest masterpiece, made under the sign of love, genuineness and art.

“ La Commedia” is a documentary paying homage to love, could you talk about that?

“Dante’s obsession with love as the guiding desire was something intuitively understood when first reading his work in 2004. I am by nature an obsessive compulsive, it is my basic character defect. Dante’s journey began when he fell in love for Beatrice when he was nine years old and basically never ended. Falling in love with Loretta Mugnai in 2004 guided me. Since the film was essentially unscripted, instinctively produced, I had to go with the strongest emotions that would guide me in the process of making a motion picture. Thus in a sense one might say that love is the basic emotion creating motion and light, just as fear, big emotion that creating “re-action” or humor is the  emotion exposing our humanity”.

Your latest film successfully evidences the value of mutualism as a way to develop ideas, create culture, connected with genuiness, do you agree with that?

“I agree with that, “La Commedia” is a picture produced largely through Kickstarter, Facebook and Youtube and whatever resources I could personally muster which were very small. While we suffered from having almost no money, we gained confidence from the people on the web who supported our efforts, either financially or in other ways. Technology is God in the 21st century, it is what connects our common humanity. We used digital technology in all its forms. This is a digital motion picture, the new lingua Vulgare, the new Sweet Style. The Facebook nation is the one we belong to above any other, the La Commedia tribe now numbers 15550 fans. This is who we are. The 20th century models are rapidly coming to an end”.

What are the ideas developed in your latest work?

“In La COMMEDIA di Amos Poe the ideas are taken from various sources and hybridized so that the audience gets a brand new audio-visual experience unseen before. We used the basic ideas of Eadweard Muybridge – who I consider the first filmmaker -, we used the words of Dante – who I consider the first screenwriter-, ideas from Chris Marker, William Burroughs, Andy Warhol, musical suggestions from Bernard Herrman, John Cage, Frank Zappa and the world of rappers. Visually there’s a lot of Picasso and Braque. We mixed everything in a way to give the viewer the subjective experience. This is not a film for a lazy, bored or boring audience.

CRONACA DI UN TRIONFO ANNUNCIATO: “LA COMMEDIA” DI AMOS POE GIUNGE AL FESTIVAL DEL CINEMA DI VENEZIA

Sono molto lieta di annunciare che “La Commedia”, l’ultimo film del formidabile regista newyorkese Amos Poe sarà presentato in anteprima a Venezia il 3 settembre 2010 in occasione del Festival del Cinema di Venezia. La proiezione si terrà a mezzanotte nella Sala Grande. Il regista – brillante individualità dal cuore d’oro, un amico meraviglioso – mi ha parlato del suo ultimo capolavoro, realizzato all’insegna dell’amore, autenticità ed arte.

“ La Commedia di Amos Poe” è un documentario che rende omaggio all’amore, potresti parlare di ciò?

 “L’ossessione d’amore di Dante quale trascinante desiderio era qualcosa che avevo intuitivamente percepito la prima volta che letto il suo libro nel 2004. Sono di natura un ossessivo-compulsivo, è il principale difetto del mio carattere. Il viaggio di Dante era iniziato nel momento in cui si era innamorato di Beatrice. Essermi innamorato di Loretta Mugnai nel 2004 è ciò che mi ha guidato. Essendo la pellicola per lo più priva di una sceneggiatura scritta, istintivamente prodotta dovuto assecondare le emozioni più forti che mi avrebbero guidato nella realizzazione di un’immagine in movimento. Pertanto in un certo qual modo si potrebbe dire che l’amore è l’emozione principale che crea movimento e luce, come anche la paura, grande emozione che produce “reazione” o l’umorismo, emozione che svela la nostra umanità”.

La tua ultima pellicola felicemente dimostra il valore del mutualismo quale modo di sviluppare idee, creare cultura, connesso all’autenticità, sei d’accordo?  

“Sono d’accordo, La Commedia di Amos Poe è un film largamente prodotto mediante a Kickstarter, Facebook Youtube e qualsiasi altra risorsa potevo raccogliere. Mentre soffrivamo per non disporre quasi per nulla di denaro, abbiamo guadagnato fiducia dalla gente del web che ha sostenuto i nostri sforzi, sia finanziariamente che in altri modi. La tecnologia nel 21° secolo è Dio, è ciò unisce la nostra comune umanità. Abbiamo usato la tecnologia in tutte le sue forme. Questo è un film con immagini digitali in movimento, la nuova lingua volgare, il nuovo Dolce Stil Novo. La nazione di Facebook, l’unica a cui apparteniamo sopra ogni altra, la tribù de La Commedia. Questo è chi siamo noi. I modelli del 20° secolo stanno rapidamente per giungere alla fine”.

Quali sono le idee sviluppate nella tua ultima opera?

In “La Commedia” le idee sono tratte da varie fonti di ispirazione ed ibridizzate in modo che il pubblico ottenga un genere di esperienza audio-visiva mai vista prima. Abbiamo fatto uso delle idee fondamentali Eadweard Muybridge – che ritengo il primo regista -, i versi di Dante – che considero il primo sceneggiatore -, idee tratte da Marker, William Burroughs, Andy Warhol e suggestioni musicali tratte da Bernard Herrman, John Cage, Frank Zappa ed il mondo dei rapper. Visivamente c’è molto di Picasso e Braque. Abbiamo combinato tutto in modo da offrire allo spettatore un’esperienza soggettiva. Questo non è un film per un pubblico pigro, annoiato o noioso”.

www.amospoe.com

 

Still from "La Commedia" by Amos Poe

Dear FBFers, I also did that, just pushing a green button on Kickstarter website to support by donation an idea and a work of art, “La Commedia”, created by Amos Poe – smashing filmmaker and wonderful individual running over enthusiasm, humanity, modesty and genuineness – contributing to cover the post-production costs of movie – inspired by Dante’s Divine Comedy – which will be premiered during the forthcoming edition of Venice International Film Festival. “Tempus fugit” – as ancient Romans asserted yesterday – standing as “time flees”, thus just do it now, use your generosity to support art and independent cinema!

TEMPUS FUGIT, PERCIÓ FATELO SUBITO: SUPPORTATE LA COMMEDIADI AMOS POE!

Still from "La Commedia" by Amos Poe

Cari FBFers, l’ho fatto anch’ io, schiacciando un pulsante verde che appare sul sito web di Kickstarter, un semplice gesto per supportare mediante donazione un idea e un’opera d’arte, “La Commedia”, un film di Amos Poe – formidabile regista e meravigliosa individualità che trabocca di entusiasmo, umanità, modestia e autenticità -, contribuendo alla raccolta di fondi per coprire le spese di post-produzione del film – ispirato alla Divina Commedia di Dante – che sarà presentato in anteprima in occasione della prossima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Venezia. “Tempus fugit” – come dicevano ieri gli antichi romani – che significa “il tempo fugge”, perciò fatelo adesso, usate la vostra generosità per sostenere l’arte e il cinema indipendente!

Amos Poe, Photo by Victoria Cohen

http://www.kickstarter.com/projects/1044939468/a-new-translation-of-dantes-la-commedia-by-the?ref=email

www.amoespoe.com

Amos Poe, photo by Victoria Cohen

Amos Poe – emblematic filmmaker of the no wave cinema movement and considered as the father of  modern indie American cinema who made cult movies “The Blank Generation”, “Unmade Beds” and “Empire II” – returns to amaze with a new project, “La Commedia”, inspired by Dante Alighieri’s masterpiece “La Divina Commedia” and Edward Muybridge’s  work, “The Horse In Motion”, telling a journey in motion, a cinema verity about his summer in Italy and France. “La Commedia” deals primarily with the perception of motion in a motion picture, featuring six thousand animated still images shot between May and September 2009 mostly in Italy at Florence. It’s divided into three cinematic sequences, one hundred cantos, evoking the allegorical journey of Dante Alighieri to find Beatrice through Inferno, Purgatorio and Paradiso, re-inventing the comedy for the 21st century. A new project having also a new way of developing that which is under the sign of genuine underground spirit: the creative freedom. In fact Amos Poe – who entirely self-produced his work – recently launched a campaign on the creative platform Kickstarter.com – giving the chance to develop an idea encouraging the free support by donations – for raising a minimum of $12.000, to help him finishing the editing and licensing of music for the premiere at the upcoming Venice Film Festival , Orizzonti section in September 2010. A smashing way to give a chance to develop new ideas – which could be considered a model for all the creatives having  a project without knowing how developing that independently – a need arising from contemporary times, I celebrate, encouraging the support by donations to promote the art and creative freedom.

“LA COMMEDIA” DI AMOS POE: RISCOPRIAMO LA GIOIA DELLA LIBERALITÀ!

Amos Poe – regista emblematico del movimento cinematografico no wave, considerate il padre del cinema moderno Americano indie, autore di cult movie quali “The Blank Generation”, “Unmade Beds” ed “Empire II” – torna a stupire con un nuovo progetto, “La Commedia”, ispirato al capolavoro di Dante Alighieri “La Divina Commedia” ed all’opera “The Horse In Motion” di Edward Muybridge – raccontando un viaggio in movimento, un documentario verità su un’estate in Italia e Francia. “La Commedia” è incentrata essenzialmente sulla percezione del movimento in una immagine in movimento, in cui protagonista è l’animazione di seimila immagini statiche che sono scattate tra maggio e settembre 2009 per lo più in Italia, a Firenze. Diviso in tre sequenze cinematografiche, cento canti che evocano il viaggio allegorico di Dante Alighieri per trovare Beatrice lungo l’Inferno, il Purgatorio e Paradiso, reinventando la commedia per il ventunesimo secolo. Un nuovo progetto ha anche un nuovo modo di consolidarlo che è all’insegna dell’ autentico spirito dell’ underground: la libertà creativa. Infatti Amos Poe – che ha interamente auto-prodotto il suo lavoro – ha recentemente lanciato una campagna sulla piattaforma creativa Kickstarter.com – che offre la possibilità di concretizzare un’idea, incoraggiando il supporto volontario mediante donazioni – per raccogliere un minimo di $12.000 al fine di aiutare a coprire i costi di edizione e licenza della colonna sonora del film per l’anteprima che si terrà a Settembre 2010 in occasione della Festival Internazionale del Cinema di Venezia per la Sezione Orizzonti. Un formidabile modo per poter consolidare nuove idee – che potrebbe essere considerato modello per tutti i creativi che hanno un progetto, non sapendo però come realizzarlo in modo indipendente – un’esigenza derivante  dalla contemporaneità che celebro, incoraggiando il supporto mediante donazioni per promuovere l’arte e la libertà creativa.

http://www.kickstarter.com/projects/1044939468/a-new-translation-of-dantes-la-commedia-by-the?ref=email

www.amospoe.com  

www.kickstarters.com